Questo sito non utilizza cookie persistenti e raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più leggi la Privacy policy.

piselli surgelati

piselli surgelati|fagiolini surgelati|spinaci surgelati|minestrone surgelato|foglia su foglia surgelati|patate naturali surgelate|aromi surgelati|nettari di frutta italiani|frullati di frutta|bevande di frutta funzionali|bevande vegetali|te pronto da bere|passata pomodoro bio|polpa pomodoro bio|

piselli surgelati- piselli surgelati-

piselli surgelati

Fruttagel//piselli surgelati

piselli surgelatiFruttagel - piselli surgelati

piselli surgelati

fagiolini surgelati

spinaci surgelati

minestrone surgelato

foglia su foglia surgelati

patate naturali surgelate

aromi surgelati

nettari di frutta italiani

frullati di frutta

bevande di frutta funzionali

bevande vegetali

te pronto da bere

passata pomodoro bio

polpa pomodoro bio

Fruttagel//piselli surgelati


Info:info@ramanet.com

Fruttagel- All rights reserved. - piselli surgelati -

Educational
Fruttagel è socio
fondatore di
Almaverde Bio
www.almaverdebio.it
Rassegna stampa
ItalianoEnglish
Ti trovi in:Business Sostenibile-Tecnologia e ambiente
Il progetto Educational
News

Leggi tutte le notizie

Tecnologia e ambiente

Fruttagel è impegnata a ridurre l'impatto ambientale non soltanto delle proprie confezioni, ma anche degli impianti di trattamento alimentare e delle macchine confezionatrici. Riduzione dei consumi di energia e di acqua, degli scarti di produzione, aumento dell'efficienza produttiva: sono tutti parametri sui quali l'azienda lavora per fare in modo che migliorino sempre di più e rendano i propri processi produttivi degli alimenti sempre più sostenibili.
Fruttagel procede ogni anno a redigere il proprio "Bilancio Ambientale", una delle rendicontazioni più significative con cui descrivere le relazioni tra impresa ed ambiente ed i riflessi che si producono per i principali stakeholders su cui impattano le attività industriali della cooperativa (dipendenti, consumatori, comunità locali e soci conferenti).
Si tratta di un Bilancio di "Corporate", che riguarda entrambe le unità locali (Alfonsine e Larino) e mette
in evidenza sia gli impatti ambientali dei siti produttivi che le scelte gestionali, di controllo e formative
che l'azienda prende al fine di orientarsi verso una diminuzione dei costi ambientali (soprattutto
in relazione al settore del consumo energetico), una analisi dei processi orientata al contenimento
degli impatti ambientali e, qualora possibile, ad una loro riduzione, una razionalizzazione dell'utilizzo
delle risorse primarie (soprattutto in riguardo all'approvvigionamento idrico), della gestione della
depurazione delle acque e quella dei rifiuti, degli imballaggi e degli scarti di produzione.


Il consumo di metano
La scelta del gas metano come combustibile unisce un alto rendimento di combustione a impatti minori legati alle basse emissioni degli inquinanti atmosferici principali.
Il metano viene utilizzato come combustibile internamente alle centrali termiche per la generazione di
energia termica sotto forma di vapore ad alta pressione. Il vapore viene poi inviato alle utenze per:
• processi di cottura ortaggi prima della surgelazione;
• processi di pastorizzazione e sterilizzazione per la produzione di nettari, succhi, passate e polpe di
pomodoro e bevande;
• processi di grigliatura nei forni di grigliatura ortaggi.
Per entrambi gli stabilimenti, gli andamenti dei consumi di metano sono fortemente dipendenti dalle
campagne di raccolta ortaggi e dalla loro successiva trasformazione.
Il contenimento del consumo di metano nello stabilimento di Alfonsine è da attribuire agli interventi orientati all'efficientamento energetico operati sulle linee di trasformazione.


Il consumo di energia elettrica

Negli ultimi anni l'andamento dei consumi elettrici nello stabilimento di Alfonsine ha subito una contrazione, attribuibile ad interventi importanti e di efficientamento energetico realizzati a livello dei gruppi frigoriferi e dei reparti


L'impianto di cogenerazione
Nel corso del 2016 e nei primi mesi del 2017 Fruttagel ha realizzato un impianto di cogenerazione con motori endotermici alimentati a metano nello stabilimento di Alfonsine.
Per cogenerazione si indica la produzione contemporanea di energia elettrica ed energia termica, utilizzando, nel nostro caso, motori endotermici a metano.
I motori endotermici per produrre energia meccanica, che poi verrà trasformata in energia elettrica, si scaldano ed hanno bisogno di essere raffreddati.
Questo calore, che nelle normali centrali elettriche viene completamente disperso in atmosfera, nei cogeneratori viene recuperato per la produzione di acqua calda e vapore tramite moduli di recupero termico adeguatamente progettati.
La realizzazione dell'impianto consente a Fruttagel di:
produrre una percentuale significativa dell'energia elettrica necessaria per il funzionamento dello stabilimento

produrre nel contempo parte del vapore necessario ai cicli produttivi, facendo sì che anche le caldaie della centrale termica possano complessivamente lavorare meno;

mantenere disattivata la centrale termica di riscaldamento della palazzina uffici, che verrà riscaldata mediante il recupero termico dal cogeneratore;

ottimizzare l'efficienza energetica dello stabilimento della grazie alla produzione combinata di energia elettrica, acqua calda e vapore.

Il Bilancio idrico
Il regime di utilizzo della risorsa idrica, come per l'approvvigionamento di energia elettrica e metano, è fortemente influenzato dalla stagionalità delle lavorazioni e si concentra da maggio a ottobre, dove i conferimenti dalla campagna per la lavorazione del prodotto fresco sono al massimo di intensità.
L'impianto produttivo di Fruttagel, per sua natura risulta molto idroesigente.La risorsa idrica viene quindi vista con estrema importanza e a tal fine Fruttagel recupera, mediante impianto dedicato, parte dell'acqua chiarificata in uscita dall'impianto di depurazione aziendale al fine di razionalizzare l'utilizzo di acqua primaria. Inoltre la razionalizzazione dell'utilizzo di acqua è un punto chiave della gestione di nuovi progetti produttivi e di modifiche alle linee esistenti. Tali acque, depurate e successivamente filtrate e sanificate, vengono riutilizzate per lavaggio piazzali, macchine ed impianti.
Anche la gestione dell'impianto di Larino avviene secondo procedure stabilite nel Sistema di Gestione Ambientale: lo stabilimento di Larino processa tutti i reflui di produzione nel depuratore aziendale e scarica il chiarificato in acque superficiali.


Programma Sviluppo RuraleRegione Emilia Romagna

 

La FRUTTAGEL Scpa é beneficiaria di un progetto approvato a valere sul PSR Emilia-Romagna 2014-2020 Tipo operazione 4.2.01.

Clicca qui per maggiori informazioni.

Il progetto educational

Per l'anno scolastico 2017-2018, Fruttagel propone in collaborazione con Tetra Pak, la quarta edizione del progetto educ [...]

Il progetto educational
Tecnologia e ambiente

Fruttagel è impegnata a ridurre l'impatto ambientale non soltanto delle proprie confezioni, ma anche degli impianti di t [...]

Tecnologia e ambiente
Ricerca e innovazione

Il processo di ricerca e sviluppo parte da una richiesta specifica del cliente o dall'analisi del mercato ma è soprattut [...]

Ricerca e innovazione
Imballaggi sostenibili

La crescente attenzione delle persone verso il rispetto dell'ambiente fa sì che oggi, anche nella scelta degli imballagg [...]

Imballaggi sostenibili

Fruttagel S.C.p.A.

C.F: 01529420356
P.IVA: 01271980391
C.C.I.A.A. RA n° 132485
Cod.ISO: IT 01271980391

Via Nullo Baldini n° 26
48011 Alfonsine (RA) Italy

Tel.: (+39) 0544 866511
Fax: (+39) 0544 866564
E-mail:
PEC:

Privacy policy

Copyright © 2011 Fruttagel S.C.p.A.
Project, concept and content: Studio Pagina
Web design: 3pix Studio.
Traduzione a cura di: Agostini Associati.

Visitate i nostri canali ufficiali su