Loading...
Etica e responsabilità sociale2019-06-18T12:26:28+02:00

Fruttagel è socio di Impronta etica

Etica e responsabilità sociale

Per noi di Fruttagel sostenibilità vuol dire agire su più fronti, con la consapevolezza che lo sviluppo, per essere tale, non può prescindere da una crescita che sia anche sociale, oltre che economica, e che si accompagni alla tutela dell’ambiente. Per questo consideriamo la Responsabilità Sociale d’Impresa un elemento imprescindibile del nostro agire e del nostro essere impresa cooperativa.

Rendicontiamo le nostre attività in ambito di Responsabilità Sociale d’Impresa fin dal 2006, quando è stato redatto il nostro primo Bilancio Sociale, arricchito anno dopo anno con nuovi capitoli e sezioni. Con la rendicontazione relativa al 2014, abbiamo iniziato a lavorare nell’ottica di passare da un Bilancio Sociale a un Bilancio di Sostenibilità, con un’individuazione più precisa di ambiti e politiche da sottoporre all’attenzione e al coinvolgimento dei nostri principali stakeholder.

Il Bilancio di Sostenibilità è oggi parte essenziale del nostro modo di fare impresa, presentato annualmente all’Assemblea dei soci unitamente al Bilancio di Esercizio e profondamente integrato al Piano industriale.

Per il triennio 2017-2019, il nostro Bilancio di Sostenibilità individua e descrive nel dettaglio le azioni che riteniamo prioritarie per ciascun ambito.

Bilancio di sostenibilità 2016
Bilancio di sostenibilità 2017
Bilancio di sostenibilità 2018

Principali politiche

Ambito rilevante DMA
(Disclosure Management Approach)
1 Conferenti: aumento impegni nel biologico Un gruppo fidelizzato di conferenti che sviluppino coltivazioni biologiche nel medio periodo
2 Clienti e “marketing del biologico” Operare nei confronti dei clienti per promuovere/consolidare i prodotti bio
3 Sviluppo estero Aprire e sviluppare un segmento di mercato verso i mercati esteri
4 Formazione, informazione Fidelizzare, qualificare il lavoro e l’atteggiamento dei dipendenti
5 Società/territorio Sostegno allo sviluppo imprenditoriale e sociale territoriale; economia circolare
6 Welfare aziendale Programmi e iniziative che qualifichino la condizione occupazionale
7 Appartenenza e Codice Partecipazione dei dipendenti al sistema delle regole (Carta), revisione Codice
8 Qualificazione fornitori Coordinamento/ottimizzazione delle politiche di fornitura di beni e servizi
9 Innovazione:
prodotti e processi
Iniziative e progetti per una maggiore produzione di valore e sostenibilità
10 Sostenibilità ambientale Garantire riduzione d’uso di energia e razionalizzazione d’uso delle Energia e delle risorse
Ambito rilevante

Conferenti: aumento impegni nel biologico Clienti e “marketing del biologico” Sviluppo estero Formazione, informazione Società/territorio Welfare aziendale Appartenenza e Codice Qualificazione fornitori Innovazione: prodotti e processi Sostenibilità ambientale
DMA (Disclosure Management Approach)
Un gruppo fidelizzato di conferenti che sviluppino coltivazioni biologiche nel medio periodo Operare nei confronti dei clienti per promuovere/consolidare i prodotti bio Aprire e sviluppare un segmento di mercato verso i mercati esteri Fidelizzare, qualificare il lavoro e l’atteggiamento dei dipendenti Sostegno allo sviluppo imprenditoriale e sociale territoriale; economia circolare Programmi e iniziative che qualifichino la condizione occupazionale Partecipazione dei dipendenti al sistema delle regole (Carta), revisione Codice Coordinamento/ottimizzazione delle politiche di fornitura di beni e servizi Iniziative e progetti per una maggiore produzione di valore e sostenibilità Garantire riduzione d’uso di energia e razionalizzazione d’uso delle Energia e delle risorse

Lo sviluppo sostenibile guida le nostre strategie di medio-lungo periodo, attraverso le quali ci impegniamo a dare il nostro contributo rispetto ai Sustainable Development Goals (Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) individuati dall’Agenda Onu 2030.

In particolare, siamo impegnati nel raggiungimento degli obiettivi n. 2,6, 7, 8, 12 e 13.

Obiettivo ONU n. 2

Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

Obiettivo ONU n. 6

Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie.

Obiettivo ONU n. 7

Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni

Obiettivo ONU n. 8

Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti

Obiettivo ONU n. 12

Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo

Obiettivo ONU n. 13

Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico

Che cosa abbiamo fatto

Ambiente e valorizzazione della filiera:

  • depuratore (stabilimento di Alfonsine): ci ha consentito nel 2018 di recuperare circa 220.000 mc di acqua ed emungerne 563.000 mc (con autorizzazione fino a 750.000 mc);
  • impianto di cogenerazione: collaudato nel marzo 2017, l’impianto ci ha permesso nel corso del biennio 2017/2018 di coprire, in media, il 28% dell’energia elettrica necessaria per il funzionamento del sito produttivo di Alfonsine. Inoltre, parte del calore prodotto dai motori dei cogeneratori, viene recuperato grazie al rendimento combinato di energia e termica, sotto forma di vapore ed acqua calda, permettendo un minor utilizzo della centrale termica;
  • nuovo magazzino automatico surgelato la cui costruzione è prevista entro il 2020 (sempre ad Alfonsine) che permetterà di percorrere 130.000 km in meno su strada, risparmiare 47.000 litri di gasolio e ridurre l’emissione di oltre 120 tonnellate di Co2;
  • impianto di estrazione di legumi e cereali realizzato ad Alfonsine con vantaggi sia per i produttori sia in termini di efficienza e ulteriore garanzia di qualità del prodotto finale;
  • pack per vegetali surgelati interamente compostabile, certificato Ok Compost ai sensi della normativa UNI EN 13432:2002 dall’ente TÜV Austria, realizzato in bioplastica smaltibile nella raccolta organica della raccolta differenziata;

Etica:

Definire e adottare i valori etici e morali con i quali tutti gli operatori che si confrontano con Fruttagel sono chiamati a caratterizzare la propria attività e le proprie relazioni nei confronti dell’azienda è parte integrante del nostro essere impresa responsabile. Per tale ragione, dal 2009 ci siamo dotati di un Codice Etico e di un Modello Organizzativo elaborato ai sensi del Dlgs n. 231/2001 e nel 2017, per rafforzare al nostro interno una cultura del lavoro in senso cooperativo e il senso di appartenenza all’azienda, i nostri dipendenti hanno elaborato una vera e propria Carta dell’Appartenenza, che identifica i comportamenti etici, doverosi, virtuosi e sostenibili, che ciascuno è chiamato ad adottare e a richiedere agli altri.

Codice etico
Carta di appartenenza

Qualità e benessere alimentare:

  • sviluppo del biologico: il 22%della frutta e della verdura che trasformiamo è biologica;
  • controlli: realizziamo oltre 450.000 analisi interne e 855 analisi esterne sui prodotti;
  • educazione alimentare: promuoviamo la corretta alimentazione e stili di vita sostenibili con progetti dedicati in particolare alle nuove generazioni.
  • certificazioni: il nostro impegno è avvalorato e comprovato da numerose certificazioni. Scoprile qui

Lavoro:

Siamo impegnati nell’incentivazione di una occupazione continuativa, caratterizzata da una elevata stabilità dei rapporti di lavoro e da un grande impegno profuso per una contrattualizzazione all’avanguardia in termini di welfare, che assegna un ruolo fondamentale alle misure di sostegno dedicate ai bisogni dei dipendenti in termini sociali, assistenziali e di supporto ai temi della conciliazione vita-lavoro.

MOG231

Per contattare l’organismo di vigilanza:
e mail: ODV@fruttagel.it

Private Label

Il progetto Educational

Operare in un’ottica di sviluppo sostenibile per noi di Fruttagel si traduce anche nel promuovere tra i più piccoli una corretta alimentazione e stili di vita sostenibili. Principi che distinguono la nostra attività aziendale sia sul fronte produttivo sia nella relazione con i clienti e i consumatori e che orientano la promozione di progetti dedicati in particolare alle nuove generazioni.

Con l’iniziativa “Dal campo al banco con Ortilio”, rivolta alle scuole primarie di primo grado dei comuni di Alfonsine e Ravenna, sosteniamo tra i più piccoli e nelle famiglie l’adozione di stili di vita sani e di abitudini alimentari corrette ed equilibrate, valorizzando qualità e genuinità della filiera alimentare e favorendo comportamenti rispettosi dell’ambiente.

Il percorso prevede per le classi una serie di esperienze didattiche, sviluppate in stretta sinergia con le indicazioni nazionali per la scuola primaria e i Piani dell’Offerta Formativa (POF), e la possibilità di partecipare a un concorso didattico dedicato ogni anno a un tema diverso, legato all’ambiente, alla corretta alimentazione e a stili di vita sani e sostenibili. Il progetto, avviato nel 2014, ha coinvolto oltre 420 classi di studenti sul territorio.

Per saperne di più visita il sito educational.fruttagel.it.

Private Label