Caricamento...
Sana alimentazione2019-03-15T10:04:51+01:00

Sana alimentazione

Per una vita sana

Frutta e succhi di frutta

L’importanza del consumo di frutta e verdura per mantenersi in salute è ormai assodata, così come la raccomandazione di consumarne almeno 5 porzioni al giorno. Queste 5 porzioni equivalgono ad almeno 600 g di alimenti, e sono solitamente suddivise in 3 porzioni di frutta e due di verdura. Nel quotidiano, soddisfare ogni giorno il consumo consigliato non è così semplice, anche considerando che i 600 g sono il minimo, ma “più se ne mangia, meglio è”! In quest’ottica, sostituire una porzione di frutta con una di succo di frutta può apparire una strategia vincente e comoda. Effettivamente, in molte nazioni [...]

Lo strano caso del licopene e del pomodoro

Il licopene è un componente bioattivo, ossia dotato di attività biologiche positive per l’organismo umano, che si trova nel pomodoro, nell'anguria, nel pompelmo rosa, nell'albicocca, e nel guava rosa. Il contenuto di licopene nel pomodoro dipende dalla varietà e dal grado di maturazione, e può andare da 30 a oltre 70 mg di licopene per kg di prodotto fresco nei pomodori maturi. Il licopene fa parte della famiglia dei carotenoidi, così come il beta-carotene. A differenza di quest’ultimo, però, il licopene non viene trasformato in vitamina A dal nostro organismo; pertanto viene indicato come “carotenoide non-vitaminico”. L’organismo umano non è in grado di sintetizzare [...]

Verdura e ortaggi: anche surgelati?

Il corretto consumo di verdura e ortaggi, insieme a quello di frutta, è uno dei pilastri della dieta corretta. In tutti i paesi del mondo, le linee guida per la sana alimentazione suggeriscono di consumare ogni giorno almeno 5 porzioni di questi alimenti, che corrispondono in peso ad una quantità totale di almeno 500 g. Perché è così importante attenersi a questa regola? Verdura e ortaggi, così come la frutta, sono alimenti a bassa densità calorica ed elevata densità nutrizionale, ossia forniscono poca energia ma sono ricchi di nutrienti, in particolare micronutrienti (vitamine e minerali). Ma non solo: è elevato [...]

Il latte

Quando si parla di "latte", in Italia per legge s'intende quello vaccino, mentre la specificazione risulta obbligatoria per le altre varianti (pecora, bufala, ecc) Chimicamente il latte è un'emulsione di olio in acqua, con globuli di grasso di dimensioni molto variabili a seconda della specie animale, che determina anche la diversa composizione del latte: L'acqua è in tutti i casi il componente principale; I grassi, principalmente saturi, sono la principale fonte energetica nel latte, generalmente sotto forma di trigliceridi. Nel latte bovino commerciale intero sono presenti 3,5 - 3,7 g di grassi ogni 100 ml. I grassi si riducono all’1,5-1,8% nel latte parzialmente scremato, e a meno dello [...]

Carne o pesce? Entrambi!

Con il termine “carne” si indicano tutte le parti commestibili degli animali omeotermi, quindi anche gli organi interni, interiora o frattaglie. Nel linguaggio comune e in molte normative il termine esclude i prodotti ittici e della pesca, quindi per “pesce” si intende la carne dei pesci. Secondo il Consiglio Europeo, la carne è divisa in diverse categorie a seconda dell’animale da cui deriva: ungulati domestici (bovini, suini, ovini, caprini, equini); pollame; conigli, lepri e roditori; selvaggina. Un altro modo comune di suddividere le carni è basato sul colore: carni rosse (bue, cavallo, montone e di alcuni volatili come faraona, oca, piccione [...]