Caricamento...
Sana alimentazione2022-05-09T16:27:33+02:00

Sana alimentazione

Per una vita sana

Come trasformare una vellutata in un piatto unico completo

Avete mai provato le Vellutate surgelate Almaverde Bio? Analizziamole una per volta valutando caratteristiche e informazioni nutrizionali. Le vellutate di verdure Almaverde Bio sono ottenute da ingredienti attentamente selezionati e sapientemente lavorati, senza l’aggiunta di grassi, una caratteristica che le rende uniche nel panorama dell’offerta nazionale. Sono ricche di fibre e naturalmente senza glutine e lattosio e sono disponibili in 3 varianti: Vellutata Mix di verdure Vellutata Zucca e carote Vellutata Asparagi Queste vellutate, oltre ad essere genuine, sono anche amiche dell’ambiente grazie al loro packaging sostenibile: le buste sono infatti compostabili e smaltibili nella raccolta organica, dopo l’utilizzo. [...]

Bevande di frutta Almaverde Bio: buone in tutti i sensi!

Le bevande di frutta biologiche senza zuccheri aggiunti, conservanti, additivi e coloranti di Almaverde Bio sono dei prodotti da bere, senza glutine ma naturalmente ricchi di gusto, pensati per i più piccoli, e non solo. Esistono tre varianti: Bevanda alla pesca (con l’85% di frutta) Bevanda ACE Bevanda alla mela (80% frutta). Se vi chiedete da cosa è costituito il restante 20%, parliamo di acqua per rendere più liquido il succo. Gli unici zuccheri sono quelli naturalmente presenti nella frutta. Analizzeremo poi insieme gli ingredienti di ognuno dei tre. Quando possiamo inserirli nella giornata? Le bevande di frutta Almaverde Bio [...]

La dichiarazione nutrizionale

Da dicembre 2016 è entrata in vigore a tutti gli effetti l'ultima parte del Regolamento Europeo 1169/2011 sull’etichettatura nutrizionale, ed è quindi divenuta obbligatoria la dichiarazione nutrizionale. La dichiarazione nutrizionale è molto importante perché fornisce immediatamente al consumatore le indicazioni necessarie per confrontare un prodotto con un altro e per valutare se risponda, o meno, alle proprie necessità dietetiche. La dichiarazione o etichettatura nutrizionale informa obbligatoriamente il consumatore riguardo al: valore energetico, in chilojoule (kj) e in chilolocalorie (kcal), o solo in kJ. Un kj corrisponde a 4,2 kcal contenuto di grassi totali, sia quelli presenti naturalmente sia quelli aggiunti durante la [...]

L’etichettatura degli alimenti

Quello che è scritto nell’etichetta degli alimenti fornisce al consumatore importanti informazioni, quindi sarebbe importante imparare a leggerla, e a leggerla bene al fine di comprenderne le implicazioni. In Italia, l’etichettatura degli alimenti segue il Regolamento Europeo 1169/2011, che ha aggiornato e semplificato le norme precedenti. L’obiettivo del regolamento è stato garantire al consumatore un’informazione chiara e corretta, in modo da non trarlo in errore sulle caratteristiche, le proprietà o gli effetti dei prodotti che acquistano. Il produttore dell’alimento è responsabile delle informazioni fornite sull’etichetta. L’etichetta deve obbligatoriamente contenere alcune informazioni: la denominazione commerciale dell’alimento (ad esempio, farina 00). Accanto [...]

La shelf-life di un alimento e le date di scadenza

Shelf-life significa letteralmente "vita di scaffale", ed è il termine che viene utilizzato per indicare la vita commerciale del prodotto, ossia il tempo che può intercorrere fra la produzione e il consumo dell’alimento senza che ci siano rischi per la salute. Esistono 2 tipi di shelf-life: la shelf-life primaria indica il periodo di tempo in cui l’alimento, in specifiche condizioni di conservazione, mantiene un adeguato livello di accettabilità e qualità; la shelf-life secondaria si riferisce all'intervallo di tempo durante cui un prodotto risulta accettabile, in termini di qualità nutrizionali, igieniche e sensoriali, anche dopo l'apertura della confezione. La shelf-life non viene stabilita a [...]

Torna in cima